Come riequilibrare la forza delle gambe

Bikestepper ha la possibilità di rilevare i Kg di forza prodotti nella spinta sui pedali, analizzando l’intera spinta di ogni gamba. Viene visualizzato il picco massimo di spinta, la forza media, la velocità di spinta e, da oggi, anche i Watt prodotti da ogni gamba nella singola spinta.

La caratteristica peculiare di Bikestepper è riprodurre la spinta sui pedali con partenza da fermo e lo stesso carico per ciascuna spinta. Mancando l’inerzia tipica della rotazione completa, l’attivazione muscolare è massima. L’inizio della spinta equivale ogni volta ad una partenza da fermo. Il software di cui Bikestepper è fornito è in grado di rilevare il picco massimo di forza applicato proprio al momento dell’attivazione, insieme alla forza media sull’intera spinta.

Questi dati sono visualizzati numericamente insieme alla velocità ed ai Watt prodotti, fornendo anche il dato sulla media dell’intera sessione e sul valore massimo raggiunto.

Ma poiché tutti i dati sono mostrati in tempo reale per ogni singola gamba, si può rilevare immediatamente se si ha una gamba debole, che in bici non produce la stessa propulsione dell’altra. L’eventuale deficit, che può essere sia di natura muscolare che posturale, sarà più evidente in questo tipo di lavoro, ma anche correggibile in virtù del lavoro monopodalico.

Tuttavia l’ultima versione di Bikestepper è andata oltre l’indicazione generica che offrono i misuratori di potenza delle bici, i quali ci indicano soltanto generiche differenze percentuali sui watt in bici prodotti da ciascuna gamba in un certo numero di rotazioni. In questo caso il dato sulla percentuale di lavoro tra le gambe è solo informativo ed indice di una asimmetria di pedalata, che in bici non è tuttavia correggibile: sarà infatti sempre la gamba più forte a compiere il lavoro maggiore.

Bikestepper invece lavora sulla forza di ogni singola gamba separatamente e, per facilitare il riequilibrio della forza delle gambe, il nuovo software è dotato di una visualizzazione grafica che permette di effettuare un lavoro propriocettivo di correzione in tempo reale. Due barre grafiche di colore diverso, nera per il picco di spinta e gialla per la forza media di ciascuna gamba, consentono di concentrarsi unicamente sul loro allineamento, in maniera tale da spingere col miglior bilanciamento possibile, riportando le gambe a lavorare in maniera simmetrica.

Altri Post