Come aumentare la potenza (e i Watt) nel ciclismo

Cosa indicano i watt nel ciclismo? Quando parliamo di watt ci riferiamo, sostanzialmente, alla potenza espressa dal ciclista durante la pedalata. Occhio, però, a come si cerca di aumentarli. Gli esercizi del ciclismo in palestra, per esempio, legano la nostra muscolatura perché fanno lavorare i muscoli in maniera diversa dalla bici. Per questo gli esercizi in palestra vengono spesso abbandonati nei periodi che precedono le gare, con il rischio di perdere rapidamente anche il livello di forza accumulato.

Per aumentare la forza senza perdere in velocità, allora, da oggi è possibile associare al lavoro in palestra quello con Bikestepper, la cui prerogativa è sottoporre i muscoli a nuovi stimoli, stimolando la loro reazione a mirando alla crescita delle prestazioni. Le brevi sedute (circa 20/30 minuti) di Bikestepper sono caratterizzate da spinte alternate in pedalata parziale, con carico elevato regolabile, in posizione ciclistica e senza l’attivazione della muscolatura nella fase di richiamo.

Come funziona Bikestepper

Bikestepper è una pressa specifica per i muscoli del ciclismo, che li sottopone a nuovi stimoli, portandoli a una tempestiva reazione tendente al miglioramento delle prestazioni nella pedalata. Si tratta di una macchina creata ad hoc per migliorare la forza nel ciclismo e che produce risultati incredibili in tempi relativamente brevi.

Per aumentare i Watt nel ciclismo ed evitare di perdere il lavoro svolto è però opportuno non smettere mai di lavorare sulla forza. Concentrarsi solo sulla resistenza può diventare controproducente, in quanto un lavoro troppo intenso può diventare un ostacolo all’obiettivo di incrementare il numero di Watt nel ciclismo.

Altri Post