Potenza, forza e lavoro nel ciclismo

L’energia che sprigioniamo sui pedali è il risultato dell’azione simultanea di più componenti del nostro corpo. Durante le fasi di preparazione al ciclismodobbiamo tenere in considerazione tre diverse variabili: potenza, forza e lavoro.

La Potenza è frutto della tensione espressa dal muscolo in un determinato lasso di tempo. La potenza deriva dalla quantità di forza che il muscolo riesce a esprimere nell’arco della pedalata. Per Forza intendiamo invece la tensione muscolare generata dalla contrazione. Per aumentarla è utile allenarsi per portare il muscolo alla sua massima contrazione, reclutando anche le fibre più profonde. Con il termine Lavoro, infine, s’intende il prodotto di una forza per uno spostamento.

Riuscire a sprigionare maggior potenza e quindi aumentare il numero di watt espressi sui pedali è sicuramente possibile. Si tratta di un lavoro che deve essere svolto lavorando su più fronti. Fondamentale è potenziare i muscoli con un allenamento per lo sviluppo della forza, ma è anche importante lavorare sulla flessibilità. Nel ciclismo i muscoli coinvolti sono molti e bisogna evitarne l’accorciamento fisiologico dovuto alle diverse contrazioni.

Ottenere più watt si può ma come abbiamo visto la potenza è il risultato di numerose concause. Perciò limitarsi all’allenamento per il ciclismo in palestra può non essere completamente proficuo. Pensare di esprimere più potenza solo rinforzando i muscoli della coscia è un errore grossolano che non tiene conto di numerose variabili e del fatto che il nostro corpo non è un aggregato di muscoli, tendini e ossa, ma agisce in maniera organica. Lavorare per aumentare la capacità di forza e di tensione dei muscoli utilizzando pesi ed esercizi tradizionali in palestra è utile nella preparazione generale del ciclismo, ma può diventare inutile e controproducente nella preparazione specifica del ciclismo, dove è più profiquo lavorare sulla intera catena cinetica muscolare del ciclismo con uno strumento innovativo come Bikestepper, che è l’unico in grado di stimolare intensamente tutti i muscoli coinvolti. Allo stesso tempo sarà utile lavorare per migliorare il gesto atletico e la cadenza, due aspetti che progrediscono parallelamente alla forza mediante l’uso di Bikestepper .

Altri Post