L’efficacia della pedalata

La zona blu indica la zona di spinta che Bikestepper insegna a sfruttare per migliorare l’efficacia della pedalata

L’efficacia della pedalata non è sempre scontata, anche se il gesto è istintivo e lo abbiamo imparato fin da bambini.

Con Bikestepper ogni gamba lavora singolarmente in maniera alternata e ad ogni spinta riparte da ferma. Ciò non avviene nella pedalata in bici, poiché la rotazione  e le pedivelle solidali tra loro permettono di superare la parte alta della spinta con l’ausilio dell’inerzia senza applicazione di forza. I grafici dell’analisi di pedalata confermano questo (vedi immagine).

Molti video che abbiamo realizzato mostrano come in tutti i ciclisti i muscoli non siano abituati ad incontrare resistenza nella parte alta, e si osservano il conseguente cedimento del ginocchio verso l’interno e del tallone verso il basso.

Bikestepper aumenta l’efficacia della pedalata proprio perché va ad estendere la zona rossa alla prima parte di spinta, e quindi non avremo solo aumento di forza, ma aumento della zona di applicazione e maggiore efficienza di trasferimento della forza nella spinta sui pedali.

Un mattone speciale che si aggiunge all’allenamento

Bikestepper permette a tutti di migliorare, qualunque sia il livello di partenza. Infatti ogni programma di allenamento è costituito da un insieme di mattoni che, uno sull’altro, permettono di raggiungere il proprio massimo livello.
Bikestepper non sostituisce nessun allenamento ma aggiunge un mattone in più, che prima non avevamo a disposizione.

Il lavoro con Bikestepper è altamente specifico per il ciclismo e assolutamente unico, in quanto non riproducibile con nessun altro tipo di allenamento. Per questo parliamo di un mattone speciale in più, e per questo ciascuno può facilmente raggiungere un livello più alto nella sua preparazione per il ciclismo.

Come abbiamo spiegato non si tratta solo di un lavoro altamente specifico per la forza nel ciclismo, ma la combinazione di più fattori migliorativi riuniti in un solo gesto.