Come aumentare la potenza (e i Watt) nel ciclismo

Oltre che sulla resistenza, nell’allenamento del ciclismo è fondamentale lavorare per aumentare i Watt e applicare sui pedali una forza maggiore. Per farlo, è bene sapere che in pianura i parametri che influenzano la velocità del mezzo sono solo due: la potenza e la resistenza aereodinamica. Anche se pesanti, quindi, le prestazioni di alcuni ciclisti molto potenti possono essere ottime.

Diverso è il discorso quando si parla della salita. Qui, infatti, esiste un terzo parametro, la VAM (acronimo di Velocità Ascensionale Media), che dipende in larga parte dal rapporto peso/potenza. Il peso ridotto, quindi, diventa un fattore determinante in salita. Quanto più la pendenza aumenta, tanto più il fattore VAM può avere rilevanza.

Alla luce di queste considerazioni, è chiaro che la variabile su cui lavorare per aumentare i Watt e migliorare le prestazioni è la forza in bici, ma è fondamentale, per poter ottenere dei risultati, riuscire ad aumentare la forza senza perdere in velocità.

In palestra possiamo utilizzare qualsiasi carico, ma non utilizziamo i nostri muscoli nel modo in cui devono poi lavorare in bici. Questo produce, una volta saliti sulla bicicletta, una perdita di agilità che potrà essere compensata con lavori specifici. Si tratta di risultati estremamente difficile da ottenere.

Bikestepper è invece uno strumento per la forza pensato specificamente per il ciclismo. Il prodotto Tecnobici permette di allenarsi con carichi elevati come in palestra, ma allo stesso tempo fornisce nuovi stimoli e attiva tutta la catena cinetica muscolare utilizzata in bici. È quindi lo strumento specifico ideale per i lavori di forza per il ciclismo e permette di aumentare la forza senza perdere in velocità. Con Bikestepper è possibile aumentare i watt in maniera efficace per arrivare a fare quello che diceva Moser: pedalare agili con i rapporti duri!

Altri Post